Le chiavi nella storia

Le chiavi nella storia: l’evoluzione delle serrature.

Le chiavi nella storia

Dai pioli di legno alle moderne chiavi che portiamo sempre con noi.

Le portiamo sempre con noi e sono quello che ci permette di stare sicuri quando usciamo di casa: stiamo parlando delle chiavi. Questi piccoli oggetti, insieme alle serrature, hanno sempre ostacolato ladri e affini fin dall’alba dei tempi. Ma da dove sono arrivate e come sono diventate quello che sono oggi? La nascita delle chiavi, sebbene molto semplici, si può far risalire alla preistoria, quando l’uomo abitava ancora nelle caverne. I nostri antenati utilizzavano delle primitive porte, costituite da rami, e sbarrate dall’interno. Un rametto di legno veniva inserito in una fessura nei pressi di questa barra, sollevandola.

Per avere delle vere serrature bisognerà aspettare fino al tempo degli antichi egizi. Questi, circa 4000 anni fa, costruirono una serratura con un principio di funzionamento molto semplice: una chiave, inserita nella fessura della serratura, sollevava dei pioli di legno, i quali, allineandosi, rendevano possibile lo scorrimento del chiavistello. Questo principio di funzionamento fu ripreso dagli antichi romani, e successivamente, nell’Ottocento, da Linus Yale Senior.

Fu però il figlio, Linus Yale Junior, a perfezionarla e brevettarla nel 1861 e nel 1965. Oggi è conosciuta come serratura a cilindro, o a pistoncini, ed è indubbiamente il tipo di serratura più diffuso al mondo, per la semplicità nella produzione, la varietà dei livelli di sicurezza ottenibili e la comodità della chiave piccola. Per secoli, infatti, furono usate chiavi di notevole ingombro, anche se di eccellente livello artistico. Questo è un fattore che dall’Ottocento a questa parte, grazie anche alla nascita e sviluppo dell’industria, non viene più considerato nella loro costruzione e si considerano esclusivamente la praticità e la sicurezza.

Al giorno d’oggi la tecnologia ha fatto passi da gigante e ormai esistono molte tipologie di chiavi. Chiavi a singola mappa, a doppia mappa, chiavi di tipo Yale, chiavi tubolari ecc.. Con il progredire delle tecniche di frabbricazione però anche la duplicazione è andata di pari passo. Le tipologie più vecchie possono essere clonate con una semplicità disarmante. Quelle a singola mappa, per esempio, possono essere copiate da una foto a dimensione reale e con una lamina di alluminio. Questo rende necessario rimanere sempre aggiornati se si vuole mantenere un certo livello di sicurezza.

Casa Sicura offre cosulenze sulle serrature e servizi di duplicazione chiavi. Contattaci per avere ulteriori informazioni.